Menu
logo
logo
stemma
06 Gennaio 2018
45° Edizione
Al 20 gennaio 2018 già raccolti in beneficenza € 2084.00
Grazie di cuore a tutti coloro che hanno partecipato alla 45esima edizione de LA CIASPOLADA!!!
valdinon trentino
Scroll   menu

Le voci dei protagonisti de La 45ª edizione de La Ciaspolada

Cesare Maestri (primo classificato): «Ci tenevo molto a vincere anche quest’anno, perché La Ciaspolada ha un sapore
speciale. Sono partito tranquillo, ma mi sono accorto subito di provare buone sensazioni e ho deciso di fare il mio ritmo già
al secondo chilometro, staccando il gruppetto. A metà gara ho iniziato a sentire un po’ la fatica e mi sono girato a
controllare gli avversari. Ho stretto i denti ed ho gestito il vantaggio sino al traguardo. Si tratta della mia terza
partecipazione a questa gara, la prima sul percorso originale e devo dire che è stata una giornata speciale, in un contesto
unico, con il valore aggiunto del tifo della gente».
Alessandro Rambaldini (secondo classificato): «Sono felicissimo del risultato. Non pensavo di andare a podio, perché è
un mese e mezzo che ho iniziato ad allenarmi con intensità. Sono otto edizioni che partecipo a questa gara, che ho vinto
nel 2015, salendo tre volte sul podio. Poi quest’anno abbiamo potuto affrontare il tracciato originale con la neve. Per quanto
riguarda la mia prestazione all’inizio eravamo tutti nel gruppo, poi Cesare ci ha staccato ed è diventatao subito
imprendibile. Per lui è stata una stagione straordinaria ed ha dimostrato anche in questa occasione di avere una marcia in
più. La prima prova è stata in progressione e sono riuscito a staccare gli avversari, mantenendo la piazza d’onore».
Marco Zanoni (terzo classificato): «Alla Ciaspolada sono legato, mi piace molto indossare questo pettorale e gareggiare
con le ciaspole mi diverte molto. Due anni fa avevo esordito con un settimo posto, lo scorso anno con il quinto e quest’anno
addirittura il podio. Fantastico. Siamo partiti abbastanza tranquilli, davanti hanno forzato e sono rimasto leggermente
staccato in un secondo gruppo. Sullo strappo in salita ho poi iniziato a recuperare, iniziando la rimonta che mi ha portato
alle spalle di Rambaldini, mio compagno di allenamento, che però non sono riuscito ad agganciare».
Laia Andreu Trias (prima classificata): «Per me è la migliore gara al mondo, affascinante per tanti motivi, perché si corre
in quota e perché si gareggia sulla neve, quest’anno in particolar modo. Mi sono presentata al via non in eccellenti
condizioni fisiche, perché ho iniziato ad allenarmi 15 giorni fa dopo aver affrontato una maratona e nel finale ho accusato la
stanchezza in una gara che si è rivelata veloce. Ma non ho mollato ed è giunta la quarta vittoria».
Anna Laura Mugno (seconda classificata): «Iniziare l’anno con un piazzamento sul podio è sempre bello. Sono molto
contenta per la mia prestazione, ma anche perché mi sono proprio divertita a competere sulla neve, ha un fascino
particolare. La vittoria non era poi lontana, la Trias la vedevo e se il tracciato avesse proposto qualche chilometro in più
avei potuto provare a raggiungerla. Non mollo, tornerò il prossimo anno cercando di migliorarmi ancora».
Isabella Morlini (terza classificata): «Ogni anno che passa è sempre più dura per me, ma ho sempre voglia di mettermi in
gioco. Le mie aspettative per puntare alla vittoria calano di anno in anno e il terzo posto per me è come una vittoria. Oggi il
percorso era stupendo con la neve. Nelle tre edizioni che ho vinto avevo le gambe che giravano bene, oggi mi mancava il
fiato».
Gianni Holzknecht (presidente Comitato Organizzatore): «Grande edizione. Siamo felici. Panorama stupendo, buona
partecipazione e vincitori di livello. Non potevamo chiedere di più. È stata una grande festa di sport, di costume e di

socializzazione. Quest’anno poi abbiamo aggiunto la presenza delle penne nere, mischiate agli atleti e ai camminatori, e
dal punto di vista estetico è stato un bell’effetto. Agonisticamente Cesare Maestri e la catalana Trias sono volati. Questa
dovrebbe essere La Ciaspolada di sempre, speriamo di riproporla con questi contenuti anche nei prossimi anni, anche se
non dipende da noi. Un grazie immenso a tutti i volontari e collaboratori che ci hanno consentito di centrare questo
successo organizzativo».


Iscriviti alla newsletter
iscriviti
scopri lo sport
Main Sponsor
sponsor sponsor sponsor
Official Sponsor
sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor
Official Partners
sponsor sponsor sponsor sponsor
Media Partners
sponsor sponsor sponsor
Affiliazioni
sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor
 
unchecked checked radiobutton radiobutton